Tempo di lettura: 3 minuti

Apple ha da poco reso disponibile il download del nuovo MacOs Sierra che potrebbe riportare in alto il Mac rispetto ai suo stretti concorrenti.

Il sistema Mac è da anni ormai ancorato al suo classico sistema operativo e alla sua popolare infrastruttura. Finalmente arrivano delle importanti novità pari ad una delle rivoluzioni più eclatanti intraprese da Apple per i Mac. Ecco tutte le innovazioni che potranno, forse, far concorrere il Mac con altri big del mercato.

La prima novità che viene subito messa in risalto è la condivisione dati tra iPhone e Mac in cui basterà avere lo stesso account iCloud su entrambi i dispositivi e si potrà copiare e incollare qualsiasi tipo di documento dall’iPhone al Mac. In questo modo si semplifica di molto il lavoro di chi usa questi dispositivi quotidianamente.

Potrà sembrare una feature inutile, ma questa Clipboard Universale rappresenta un vero e proprio passo avanti perché rafforza il rapporto tra Mac e iOS che per molto tempo sembrava viaggiassero su binari paralleli.

Un’altra chicca, presa direttamente da Windows 10, è l’introduzione nel MacOS Sierra dell’assistente virtuale più conosciuta al mondo: Siri. Questa o assistente vocale permette di trovare notizie, mandare messaggi rapidi e tanto altro senza bisogno di usare il touch. Purtroppo nel Mac sarà leggermente castrata poiché non potrà essere attivata tramite il classico comando vocale “Ehy Siri”, bensì o cliccando sopra l’icona “SIRI” o assegnando un comando da tastiera che aprirà direttamente l’applicazione.

Apple

Altre due funzioni fondamentali sono lo sblocco del Mac tramite Apple Watch e l’integrazione del sistema Apple Pay attraverso il browser predefinito Safari. Con quest’ultimo potrà essere effettuato un acquisto online in maniera più selettiva e sicura confermandolo con il Touch Id disponibile per iPhone 6 e superiori o per Apple Watch.

L’applicazione Foto si rinnova, introducendo la funzione ricordi che automaticamente ordina le foto presenti sul Mac dividendole in categorie predefinite o a scelta dell’utente. Tutto questo avverrà tramite il riconoscimento dei volti, dei luoghi e delle date in cui le foto sono state scattate. Per quanto riguarda il foto ritocco è stata aggiunta la modalità brillantezza che farà brillare foto e schiarire zone poche illuminate delle stesse.

Migliorato il look dell’applicazione messaggi con anteprime di link, video e foto e la possibilità di rispondere attraverso un tapback, con cuori ed emoji di dimensioni variabili. Aggiornate anche le Tab che supporteranno le finestre multiple con applicazioni proprietarie o di terze parti.

Introdotta la modalità Picture in Picture che permetterà di spostare finestre di video o di iTunes in qualsiasi parte del desktop, così da permettere all’utente di ridimensionare la finestre a suo piacimento e compiere due azioni contemporaneamente.

Apple

Il sistema di archiviazione dati automatica nell’iCloud adesso è stato reso più intelligente così da riconoscere lo spazio in eccesso riducendolo in automatico, cancellando file inutile e spostando quelli meno usati in porzioni di memoria meno performanti così da ottimizzare le prestazioni.

Infine Apple Music su iTunes diventerà più simile a Spotify, così da essere più semplice da utilizzare e permettere una migliore interazione nella scelta delle canzoni e delle nuove uscite anche in tempo reale.

Tutto questo aggiornamento, che ricordo prende il nome di MacOs Sierra, è gratuito, è disponibile sul Mac Apple Store ed è supportato da tutti i Mac introdotti dopo il 2009. Alcune funzioni potrebbero, però, non essere disponibili in alcune lingue. Per maggiori informazioni visualizzare il sito ufficiale cliccando qui.

Fonte