Tempo di lettura: 10 minuti

« – Booker, hai paura di Dio? – No. Ma ho paura di te. ».

ATTENZIONE: il seguente articolo contiene spoiler sulla trama di Bioshock Infinite e dei suoi dlc.

In occasione della traduzione nel nostro idioma dei due dlc di Bioshock infinite, mi è sembrato giusto rendere omaggio a una delle trame videoludiche più appassionanti che mi sia capitato di giocare negli ultimi anni. Purtroppo la storia , essendo basata su universi paralleli e su incroci temporali, rimane un po fumosa se non vi si presta la giusta attenzione. Analizziamola insieme e cerchiamo di fare un po di chiarezza.

La trama

La trama di Bioshock infinite come ci viene presentata è abbastanza lineare per buona parte del gioco anche dal punto di vista temporale: Booker arriva a Columbia portato dai Lutece , ma a causa delle lettere AD (che stanno per Anna DeWitt), viene riconosciuto come il falso pastore e attaccato a vista. Raggiunge Monument island dove Elizabeth è tenuta prigioniera da quando era bambina, la libera e scappano inseguiti da Songbird. Booker fa credere a Elizabeth che la porterà a Parigi e insieme rubano un dirigibile,ma quest’ultima si accorge del tranello di Booker e scappa. Booker viene catturato dai Vox Populi e stringe un patto con la Fitzroy: il dirigibile in cambio di armi. Riesce a convincere nuovamente Elizabeth seguirlo e insieme si dirigono a Chen lin per le armi della Fitzroy.

Fin qui la storia non ha subito pesanti deviazioni temporali, ma dalla scoperta del cadavere di Chen Lin i Lutece spiegano ad Elisabeth che gli squarci sono varchi nel tempo e nello spazio perciò la cosa si complica.

Elizabeth e Booker vanno in un universo dove Chen non è stato ucciso, ma una volta trovato capiscono che l’influenza dell’universo dove Chen è morto si fa sentire. Questo infatti è impazzito e le armi sono confiscate dalla polizia.Elizabeth e Booker entrano in un’altro universo dove Chen ha gia dato le armi ai Vox, ma in questo universo Booker è morto ed è considerato un martire dai Vox. La Fitzroy uccide Fink ed Elizabeth uccide la Fitzroy. Booker cerca di portare via Elizabeth, ma vengono attaccati da Songbird. I Lutece spiegano che songbird può essere controllato da una melodia allora Booker e Elizabeth cercano di entrare a casa di Comstock, ma hanno bisogno dell’impronte della mano della moglie di Comstock. I protagonisti si recano dove è seppellita quest’ultima per prenderne le impronte, ma Comstock , usando il sifone, scatena contro di loro il fantasma della moglie. Una volta “domato” il fantasma esso fa vedere tre squarci che raccontano che i Lutece sono gli scopritori delle particelle che permettono a Columbia di volare; i due Lutece provengono da diverse realtà . Fu Rosalind a portare nella propria realtà Robert. Insieme costruirono una macchina che consentì a Comstock di vedere altre realtà tra cui il futuro; Comstock in seguito agli esperimenti rimane sterile e chiede ai Lutence di aiutarlo ad avere un figlio. Lady Comstock lo scopre e lo minaccia , allora quest’ultimo la uccide e sabota la macchina per far disperdere i Lutence dello spazio/tempo.

Ok qui la cosa si intrica ulteriormente:

Elizabeth viene rapita da Songbird e DeWitt entra in uno squarcio di un possibile futuro. L’Elizabeth del futuro , amareggiata dal fatto che Booker non è mai venuto a liberarla, è succeduta a Comstock e sta radendo al suolo New York. Booker la convince che lui può ancora salvare la possibile Elizabeth del passato, allora la vecchia Elizabeth consegna a Booker la canzone per comandare Songbird. Booker ritorna indietro nel suo tempo, salva Elizabeth e uccide Comstock. I protagonisti vengono attaccati dai Vox Populi ed Elizabeth usa Songbird per respingerli. Elizabeth ordina a Songbird di distruggere il Sifone, oggetto che imprigiona il vero potere di Elizabeth. Da questo punto in poi Elizabeth va considerata come se fosse a conoscenza di ogni possibile universo. Elizabeth porta Booker ai fari (passando attraverso Rapture) e qui vengono rivelate tutte le carte: Ogni faro (costante della serie Bioshock) è l’ingresso per un universo diverso.  L’unico modo per porre fine a tutto e distruggere il nodo in cui viene creato Comstock. Elizabeth è in realtà Anna, la figlia DeWitt.Elizabeth fa ricordare a Booker che dopo la battaglia a Wounded Knee lui si è recato a Columbia in cerca di redenzione nel battesimo. Questa variabile crea due possibili universi (accettare il battesimo o non accettarlo). In quello dove non lo accetta DeWitt torna indietro, ha una figlia (Anna) e si indebita al gioco; nell’altro diventa Comstock. Rosalind Lutece, dopo aver scoperto gli squarci, contatta il fratello Robert da un altro mondo e gli chiede di prendere la figlia di Booker e di portarla nel suo universo per dare un erede a Comstock. Booker stesso, preso dalla disperazione poiché sommerso dai debiti, aveva venduto Anna a Comstock in cambio di cancellarli – si scopre quindi il vero significato di “portaci la ragazza e annulla il debito”, ovvero “in cambio di Anna annulleremo i tuoi debiti”.DeWitt ha un ripensamento all’ultimo momento e cerca di riprendere la bambina, ma gli viene letteralmente chiuso il portale difronte. In quest’atto viene amputato il mignolo della bambina che rimane nella realtà di DeWitt. Questa è la fonte della capacità della ragazza di aprire squarci: il fatto che una parte, seppur piccola , sia presente in un’altra dimensione la rende “extraplanare”. I Lutece che assoldano DeWitt per punire Comstock che ha tentato di ucciderli. In seguito allo shock di coesistere in una stessa realtà Booker perde la memoria e ne crea una alternativa.

Bioshock infinite

La trama che conclude il ciclo

La trama dei dlc rende ciclica la saga di Bioshock:

Elizabeth assolda DeWitt (che in realtà è Comstock) per ritrovare una bambina al quale Booker stesso era affezionato. Dopo varie sparatorie per scoprire che fine ha fatto questa bambina viene ritrovata all’interno di uno dei cunicoli che collegano rapture, trasformata in sorellina e protetta da un Big Daddy. Nel tentativo di farla uscire dal cunicolo DeWitt ricorda di essere Comstock , di aver chiesto ai Lutace di farlo fuggire a Rapture per dimenticare di aver fatto accidentalmente decapitare Elizabeth. Quest’ultima si vendica lasciando che il Big Daddy uccida Comstock.

Dopo un breve sogno/incubo Elizabeth si sveglia e scopre che anche lei è stata uccisa dal Big Daddy che ha ucciso Comstock ed essendoci due Elizabeth in quella realtà (anche se una è morta) viene a crearsi un paradosso che toglie i poteri all’Elizabeth viva. La protagonista, che continua a vedere il fantasma di DeWitt come sua proiezione mentale, viene catturata da Atlas, proprio quello del primo Bioshock. Questo si trova imprigionato in una zona di Rapture da Rayan, Elizabeth sfrutta questo evento per convincerlo a rilasciarla facendogli supporre che questa conoscesse un modo per farlo evadere. Atlas accetta, ma tiene in ostaggio Sally , la bambina (ora sorellina) al quale prima DeWitt e poi Elizabeth si sono affezionati. A causa del paradosso Elizabeth non si ricorda più qual’è il piano dell’Elizabeth che originariamente era venuta a Rapture (prima invece tutte le Elizabeth erano consce di tutto quello che vedevano e provavano le altre) e non è nemmeno in grado di aprire squarci. Aiutata dal fantasma di DeWitt, Elizabeth trova il laboratorio segreto di Suchong, dove trova una macchina per aprire squarci. Trovati i pezzi per ripararla la usa per tornare a Columbia dove Suchong la obbliga a trovare una ciocca dei capelli della cavia (che in realtà è un’altra Elizabeth), trova le particelle in grado di far volare Columbia e scopre che erano stati i Lutece a spingere la Fizroy a minacciare il figlio di Fink per costringere Elizabeth a maturare. Elizabeth torna a Rapture , libera Atlas facendo levitare la struttura su cui si trovano, ma questo una volta libero tradisce Elizabeth imprigionandola e torturandola per farsi dire qual’è “l’asso nella manica” di Suchong. Non ottenendo risposte Atlas minaccia di lobotomizzare Sally, allora Elizabeth si offre di portargli “l’asso nella manica” a patto che Atlas lasci libera Sally. Giunta al laboratorio di Suchong scopre che l’asso nella manica è una formula che consegna ad Atlas. Questo riesce a far estorcere in punto di morte a Elizabeth che nella formula c’è scritto “per cortesia” , formula che è in grado di comandare un uomo. Atlas mette sull’aereo quello che diventerà il protagonista del primo Bioshock, non sapendo che cosi facendo darà il via agli eventi del primo Bioshock che porteranno alla morte di Atlas e alla liberazione di tutte le sorelline.

Costanti e Variabili

Ci sono alcuni elementi che contraddistinguono alcune situazioni. Quando i personaggi esistono più volte nella stessa dimensione , perdono sangue dal naso. Succede sia a DeWitt (che esiste sia come Comstock che come Booker) che a Elizabeth (che nel dlc si trova a rapture sia come cadavere che come persona). Questo, a quanto spiega sia Elizabeth sia i Lutence, fa parte dello shock che la mente riceve a causa del fatto di trovarsi in un paradosso spazio/temporale. Le stelle che si vedono nel cielo sono in realtà fari di altrettanti mondi. E’ un tentativo poetico di far intendere al giocatore che esattamente come esistono un numero infinito di stelle, esistono anche un numero infinito di universi.

In ognuno di esso c’è un protagonista (un uomo) , che si reca in un particolare posto (una città), ecc…

Elizabeth a più riprese cerca di spiegare proprio il fatto che alcune cose si ripetano in tutti gli universi (costanti) e alcune variano in ognuna di essi (variabili).

Bioshock infinite

La Variabile

Molti si son chiesti come è possibile , eliminando un Comstock nell’universo, si elimini ogni possibile variabile nei possibili universi. La spiegazione è data in una frase di Elizabeth che verso la fine, ormai onnisciente dice “vedo tutte le possibili porte, dietro a una c’è Comstock. Elizabeth si riferisce al fatto che quando DeWitt cerca redenzione, tra tutte le infinite possibilità c’è il battesimo. Il battesimo ha solo due variabili (prendere il battesimo o non prenderlo…prenderlo parzialmente rientra sempre nelle variabili del prenderlo) ed è in quel nodo che Elizabeth interviene. Distruggendo l’unica possibilità (l’unica porta) in cui DeWitt diventa Comstock , distrugge automaticamente tutte le realtà che da quel momento si sarebbero dipanate.

Mal di testa? Proviamo con la cronologia

Parlare di eventi dal punto di vista cronologico in un gioco come Bioshock infinite è piuttosto difficile. Molti avvenimenti son ciclici o contemporanei ad altri.

Proviamo a vederne insieme l’inizio:

Consideriamo l’inizio della vicenda il battesimo di Booker DeWitt.

Da qui si dipanano due possibili universi: DeWitt si battezza e DeWitt non si battezza.Nel primo caso diventa Comstonck , crea la città di Columbia, conosce Rosalinde Lutece ,ecc… Nel secondo caso ha una figlia di nome Anna, la moglie muore (non si sa bene di cosa) , oppresso dalla sua perdita si indebita al gioco e vende Anna a Comstock. Ognuna di queste possibilità si apre a altre possibilità, per esempio nella realtà in cui DeWitt si battezza gli eventi arrivano ad altre due variabili viste nel gioco: in una Anna perde il mignolo, DeWitt si sente in colpa e aiutato dai Lutence, ritorna a Rapture; nell’altro Anna viene decapitata, Comstock oppresso dalla colpa va a Rapture.

Qui c’è secondo me un particolare che , a parer mio , è in disaccordo con la trama. Distruggendo il momento in cui DeWitt diventa Comstock , teoricamente non ci dovrebbero essere più Comstock in ogni spazio tempo, invece uno raggiunge Rapture (eventi raccontati nel dlc). La storia non può essere antecedente alle vicende di Columbia altrimenti Elizabeth non sarebbe cosi grande e non avrebbe accesso ai suoi poteri.

Bioshock infinite

Il Gran finale

Ok , dopo quasi 2000 parole abbiamo un quadro abbastanza chiaro su quello che stiamo per analizzare: il finale di Bioshock infinite.

Elizabeth usa Songbird per distruggere il sifone che tiene imprigionati i suoi veri poteri. Una volta fatto, dobbiamo considerare Elizabeth come un essere in contatto con ognuna delle sue possibili “esistenze” in ogni dimensione e tempo. Sente ed è a conoscenza di ogni cosa che vede o conosce qualsiasi altra Elizabeth in ogni realtà. Per prima cosa termina il suo legame con Songbird che, esattamente come i Big daddy e le sorelline , solo la morte può recidere e, passando attraverso Rapture, porta DeWitt dove sono i fari, luogo in cui si dipanano tutte le possibili realtà. Elizabeth mostra a DeWitt che dietro una possibile porta c’è una possibile realtà che lei già conosce (lei stessa dice di esserci “già stata” e che ci andrà.) e dietro una di esse c’è il battesimo di DeWitt. Rifiutandolo e non ancora capendolo, DeWitt ,che non ha coscienza di ciò che ha fatto perchè presente in un paradosso dove esistevano due DeWitt, è portato da Elizabeth al momento in cui ha venduto sua figlia ai Lutece per annullare il suo debito. E’ proprio qui che Elizabeth spiega a DeWitt che sa che lui darà la ragazza ai Lutece perchè lei vede tutte le possibili alternative (porte) e in una possibile alternativa c’è Comstock. Il fatto che Comstock esista vuol dire che in altre possibili realtà DeWitt è stato costretto a dare la bambina ed ora si trovano proprio in quella realtà. E’ lo stesso DeWitt a dire “che altre possibilità ho?” riferendosi al fatto che in quella realtà finirà comunque per dare la bambina. Lutece qui fa riferimento al fatto che l’esistenza di Comstock purifica i peccati di DeWitt (quelli di Wounded Knee). Elizabeth riporta DeWitt sulla barca iniziale per fargli capire che la morte di Comstock non risolve la situazione perchè esso esiste in miliardi di altri “mondi” (presenti, passati e futuri), ma che deve essere distrutta quella variabile dove DeWitt deve scegliere se diventare Comstock o meno (da notare che qui le possibili variabili sono solo due) da cui si dipanerebbero i miliardi di realtà con la presenza di Comstock. Per far questo porta DeWitt al momento in cui Comstock porta via la bambina e la chiusura del portale mozza il dito a Elizabeth (fonte del suo potere). Elizabeth mostra come i Lutace in seguito al tradimento di Comstock abbiano assoldato DeWitt (futuro Comstock) per riprendere ciò che era stato preso con la forza (la bimba) e punire così Comstock. Portare DeWitt(futuro Comstock) nella realtà dove esiste Comstock (ossia DeWitt) crea un paradosso che il cervello di DeWitt non riesce a sopportare,  il che fa creare a Booker un vuoto di memoria e dei ricordi alternativi per adattarsi al paradosso. Elizabeth allora, su richiesta di DeWitt, porta quest’ultimo dove è nato Comstock , ossia al battesimo di DeWitt. Qui compaiono tutte le Elizabeth che fanno parte dell’universo di Comstock (che non sono tutte le Elizabeth possibili) che spiegano a Booker che lui è Comstock. Le Elizabeth affogano il Booker che sarebbe diventato Comstock cancellando gli universi che si sarebbero creati da quel punto in poi. Ecco perchè subito dopo iniziano a scomparire.

Dopo i titoli di coda, a prova di tutto ciò , troviamo un DeWitt che chiama la sua bambina.

Non c’è più nessuno che chiederà di vendergliela infatti (Comstock non esiste più)

Conclusioni

Direi che la trama di Bioshock infinite è veramente degna di un’oscar. Non provavo cosi tanta soddisfazione in un finale da molto tempo. E voi siete d’accordo con me con la mia interpretazione?

fatemi sapere!