Recensioni

Portal Knights è il Minecraft 2.0?-Recensione

Per rispondere alla domanda posta precedentemente, Portal Knights non è il Minecraft 2.0, né, probabilmente, altro gioco potrà replicare il successo del colosso Mojang. Tuttavia, il titolo realizzato dalla software house Keen Games e pubblicato da 505 Games, non è assolutamente da ritenere un mero clone o un progetto volto esclusivamente ad ottenere soldi facili attraverso il plagio, ma anzi, tenta e in parte riesce, ad innovare ed evolvere le meccaniche del genere sandbox, mitigandole con lo stile action-RPG. Oltre a poter personalizzare fisicamente il proprio alter-ego, ne si potrà scegliere la classe, decisione che influenzerà anche troppo il gameplay, valorizzando, però, la cooperazione con altri giocatori nella modalità online. Portal Knights, inoltre, offre anche un discreto colpo d’occhio, elevandolo anche dal punto di vista artistico al di sopra della media. Peccato, però, un’interfaccia dell’inventario poco gestibile e una camera non sempre affidabile, che vanno ad influenzare negativamente il gradimento complessivo del titolo.

Leggi di più

Iratus: Lord of the Dead e i limiti del plagio – Recensione

Irathus: Lord of the Dead copia spudoratamente Darkest Dungeon, per fortuna ciò che è copiato funziona, ma altrettanto non si può dire per tutto ciò che ha di originale. La difficoltà eccessiva e per nulla bilanciata lo rendono un titolo praticamente ingiocabile. Lo consigliamo soltanto a quei giocatori che sono in cerca di grandi sfide a discapito del divertimento, per i restanti si consiglia di giocare al gioco da cui prende spunto, molto più bilanciato e godibile.

Leggi di più

Devil May Cry 5 è il DMC di cui avevamo bisogno – Recensione

Devil May Cry 5 è semplicemente il titolo che ogni fan della serie aspettava. Rimane ancorato alle vecchie meccaniche ma riesce comunque a rinfrescare il tutto: La trama per quanto semplice rimane nello stile della serie e i il combat system è ad altissimi livelli. L’avere 3 protagonisti apporta una grande varietà nonostante il protagonista V non risulti particolarmente ispirato. Insomma i cacciatori di demoni sono tornati più in forma che mai!

Leggi di più

Orwell: Ignorance is strength, Orwell o il moderno Grande Fratello – Recensione

Orwell: Ignorance is strength è indubbiamente un titolo ben realizzato e molto appassionante, che però impallidisce di fronte alla genialità del predecessore. Riprendendo la vecchia formula del “drag and drop”, infatti, il secondo capitolo tenta di innovare il proprio gameplay attraverso l’inserimento di una nuova meccanica: Influencer Tool, che permette di manipolare i social. Se però non possiamo dire che Osmotic Studios arriva con questo sequel ai livelli di Orwell: Keep an eye on you come innovazione, la software house tedesca ha saputo comunque dimostrare di essere capace di sfornare un brillante titolo, caratterizzato da una storia, che, nonostante non lasci troppa libertà di scelta, sa emozionare e sorprendere il giocatore. In conclusione, Orwell: Ignorance is strength è un videogioco che sicuramente appassionerà chi si approccia per la prima volta alla serie, ma che dall’altro lato può deludere chi invece ha amato il primo capitolo.

Leggi di più
Caricamento