Tempo di lettura: 4 minuti

Un E3 un po’ sottotono?

Come ogni anno questo è il periodo dell’anno in cui iniziano ad aumentare esponenzialmente le voci di corridoio sull’E3, una tra le fiere di videogiochi più importanti al mondo, che in questi ultimi periodi sta vivendo un certo declino a favore di altri importanti eventi simili. Quest’anno Sony non farà parte della fiera, nonostante sia stata una delle più forti sostenitrici di sempre, e ciò ha portato a numerose speculazioni al riguardo, tra le quali primeggia la possibilità di annuncio della nuova console.

E3

GTA V

Senza indugiare oltre andiamo a vedere quali sono effettivamente i titoli annunciati e che saranno sicuramente presenti all’interno della E3 e quali invece potrebbero farne parte, ma ancora non sono stati ufficialmente confermati. Ovviamente su questi ultimi vi invitiamo a prendere ogni informazione con le pinze e a non fasciarvi la testa al riguardo. Ora come ora non vi sono ancora conferme ufficiali, ma la loro presenza è praticamente certa anche a seguito di annunci ufficiali e/o ufficiosi fatti dalle aziende o da chi per loro.

E3

Ori and the Will of the Wisp

I confermati

Microsoft sta sicuramente preparando qualcosa di grosso dal momento che durante la sua conferenza E3 la faranno da padrone Halo Infinite, annunciato in pompa manga l’anno passato e che si prospetta essere una specie di reboot della serie con un investimento monetario enorme alle sue spalle, e Gears 5, quinto capitolo della serie che vedrà un nuovo cambio per il protagonista principale e che sembra proseguire sulla via tracciata dal precedente. Per ultimo, ma non per importanza, vi sarà Ori and the Will of the Wisp, il seguito di quel capolavoro artistico e non solo che era Ori and the Blind Forest. Questo secondo episodio già promette lo stesso livello qualitativo e dovrebbe essere ormai in dirittura di arrivo. Da non dimenticare infine qualche dettaglio in più su Session, gioco di skate, successore spirituale di Skate.

E3

The Outer Worlds

CD Projekt RED porterà sicuramente Cyberpunk 2077, uno dei titoli più attesi degli ultimi anni e che anche la nostra redazione attende con trepidazione, per poterne sapere di più e capire fin dove l’azienda ha deciso di spingersi. Attesa qualche qualche cosa in più riguardo Doom Eternal, visto che la sua data di uscita è sempre più vicina. EA dovrebbe invece aprire la sua conferenza con Star Wars: Jedi Fallen Order, quello che spero sia sinceramente solo il primo di un nuovo modo di sviluppare per EA dopo il disastroso Star Wars: Battlefront II e l’altrettanto fallimento di Anthem. Quasi sicuramente potrebbe arrivare anche l’annuncio di FIFA 20, anche se l’azienda ha mostrato l’intenzione di evitare in futuro le uscite annuali per la serie.

E3

Borderlands 3

Remedy sfrutterà l’E3 come ultima prova dimostrativa per Control, ormai in dirittura anche lui di arrivo sugli scaffali. Gearbox sarà presente con Borderlands 3, quarto capitolo della saga (nonostante il numero), la cui uscita non è tanto lontana, così come quella di Dying Light 2. Nintendo, che probabilmente mostrerà tutto quanto in un Direct apposito e non alla fiera losangelina, mostrerà Luigi’s Mansion 3, Pokemon Spada e Scudo e, con moltissima probabilità, il nuovo capitolo di Animal Crossing. Anche se ancora non è stato detto nulla al riguardo, Microsoft potrebbe ospitare anche la presentazione di The Outer Worlds, mentre Ubisoft terrà banco con Ghost Recon: Breakdown, già annunciato e ampiamente pubblicizzato, e con Beyond Good and Evil 2, che finora invece ha stupito poco nelle sue fasi gameplay.

E3

Beyond Good and Evil 2

I NON confermati

Adesso si entra sulla pura speculazione sebbene alcuni siano già stati indirettamente annunciati, come Final Fantasy VII Remake, sul quale, a detta degli sviluppatori si saprà di più a giugno. Tra gli altri quasi confermati vi è un nuovo capitolo di Splinter Cell, del quale ha molto parlato Luca Ward, doppiatore italiano ufficiale di Sam Fisher. Bethesda ha già annunciato che non vi saranno ulteriori informazioni su The Elder Scrolls VI, ma potrebbe arrivare qualcosina di più su Starfield, anche se anche quest’ultimo è poco probabile.

E3

Starfield

Possibili sono inoltre gli annunci, per quanto riguarda Ubisoft, di un nuovo capitolo di Assassin’s Creed, quello tanto vociferato ad ambientazione nordica, e di Watch Dogs 3, terzo capitolo dell’omonima serie il cui precedente episodio risale ormai al 2016. Un’altro interessante candidato è il gioco, ancora senza un titolo ufficiale, su Harry Potter, del quale si è molto discusso in passato, ma che mai è arrivato sui canali ufficiali. Inoltre sembra che anche Rocksteady sia in procinto di annunciare il suo prossimo titolo, che non sarà il nuovo Batman, cioè il tanto nominato Arkham Crisis e nemmeno un videogioco su Superman, ma “qualcos’altro”. Gollum potrebbe mostrare qualcosa di più del suo gameplay, mentre Rockstar dovrebbe essere prossima alla sua mossa.

E3

Watch Dogs 2

È proprio su Rockstar che le voci nell’ultimo periodo si sono fatte particolarmente insistenti, tra le quali va citato il tanto vociferato acquisto dell’azienda da parte di Sony. Tra i titoli che potrebbero essere annunciati il più discusso è Grand Theft Auto VI, essendo anche il prodotto di punta della società. Con la recente uscita di Red Dead Redemption II è improbabile qualche altro annuncio al riguardo, eccetto una possibile espansione. Un altro seguito di cui si è molto parlato è Bully, in Italia giunto come Canis Canem Edit, le cui voci vorrebbero il suo annuncio proprio alla E3. Altro titolo Rockstar Games che potrebbe vedere nuova luce è un seguito di L.A. Noire o Max Payne 4. Nintendo infine potrebbe finalmente parlare del nuovo capitolo di Animal Crossing in maniera migliore e più approfondita.

E3