Tempo di lettura: 2 minuti

Molti nomi e sigle tra prestazioni e colpi di scena finali

Il CEO di AMD, Lisa Su, con un sorriso perennemente incollato in volto, ha nuovamente introdotto e presentato quelli che lei definice i “propri figli”. Insieme ai suo collaboratori, ha mostrato nello specifico architetture e prestazioni delle nuove CPU di AMD di terza generazione e le due nuove schede grafiche. Il tutto è incentrato sul gaming, infatti sono state molte le novità riguardanti le GPU.

I processori AMD Ryzen di terza generazione, la serie 3000

Con l’architettura “Zen 2” core, l’AMD ha continuato sui 7 nanometri e ha inoltre implementato la cache per ridurre il tempo di latenza in gioco. In più, i consumi tendono ad essere veramente ottimi durante l’utilizzo.
AMD ha suddiviso come di consueto le proprie CPU in categorie: Ryzen 5 (6 core e 12 threads), Ryzen 7 (8 core e 16 threads) e Ryzen 9 (12 core e 24 threads).

AMD Ryzen 3000 series

Ad inizio presentazione, ogni fascia comprendeva due processori, tranne l’unico Ryzen 9 3900X. Ma alla fine, Lisa Su mostra un’ultima CPU, la Ryzen 9 3950X. Questo piccolo gioiellino è il primo processore al mondo con 16 core e 32 thread, con un boost clock di 4.7 GHz ed è in grado di mantenere un consumo di 105 W.

AMD Ryzen 9 3950X

Le schede video AMD Radeon RX 5700 series

Le GPU sono quelle che hanno ricevuto maggiori attenzioni durante la presentazione, sono state introdotte la Radeon RX 5700 e la Radeon RX 5700 XT. Queste due schede video, appartengono alla famiglia NAVI e sono state costruite secondo l’architettura RDNA su struttura a 7nm. Contano entrambe 8GB di RAM e le loro differenze riguardano Compute Units, TFLOPs ed i vari Clock.

AMD Radeon RX 5700 series

Inoltre, la cara Lisa Su incalza e presenta un’ulteriore scheda video per il cinquantesimo anniversario di AMD: la Radeon RX 5700 XT 50TH Anniversary Edition. Questa GPU, rappresenta una limited edition della famiglia NAVI e la sua particolarità risiede nei maggiori TFLOPs (10.14) e Clock.

AMD Radeon RX 5700 XT 50th Anniversary Edition

Le GPU hanno dimostrato di comportarsi meglio rispetto alle GeForce RTX (2060 e 2070) della Nvidia, ma AMD non ha presentato una scheda video capace di competere con le RTX 2080 e 2080Ti. Dobbiamo inoltre tener conto che la scheda video più potente di casa AMD rimane pur sempre la Radeon 7, che è una VEGA, perciò di vecchia generazione e non pensata per il gaming.

Alcuni collaboratori hanno anche introdotto alcune cosine durante la conferenza, tutte legate alle schede video. Ad esempio, il Fidelity FX, un’innovazione che rende l’immagine più nitida, e il Radeon Anti-Lag, il quale riduce considerevolmente l’input lag. Per queste ed altre curiosità, vi rimando alla presentazione di AMD.

Per concludere, queste nuove componenti sono in grado di supportare il PCIe 4.0, il quale ha già dimostrato di avere prestazioni maggiori rispetto al fratello minore PCIe 3.0.

Fonte