Tempo di lettura: 2 minuti

Potete far visita a Wooby, però il ban è in agguato!

Come ben sappiamo nel mondo di Fallout 76 non si aggira nessun NPC umano, ma solamente giocatori reali da ogni parte del mondo. Sembra però che qualcosa, o meglio qualcuno, abbia sfatato questo mito: a quanto pare nell’ultimo titolo di Bethesda è stato scoperto un NPC umano. La situazione però è un po’ particolare, quindi entriamo nei dettagli!

Un notevole numero di videogiochi contiene all’interno del mondo di gioco una stanza speciale, denominata “developer room”, che viene utilizzata dagli stessi sviluppatori per testare vari oggetti e armi per poi successivamente rilasciarli in via ufficiale; tale stanza quindi non è accessibile ai giocatori. I fan più accaniti dei titoli Bethesda, come appunto Fallout e Skyrim, ricorderanno certamente la presenza di queste stanze nei titoli precedenti e a quanto pare la developer room è stata scoperta anche in Fallout 76.

Come abbiamo detto la stanza solitamente non è accessibile ai giocatori e dunque chi l’ha scoperta ne ha avuto l’accesso utilizzando qualche cheat. Ed è proprio all’interno di questa camera che è stato scovato Wooby, l’unico NPC umano presente in Fallout 76. Il personaggio non presenta alcuna caratteristica particolare e probabilmente è utilizzato dagli sviluppatori per compiere dei test.

Fallout 76

Siete davvero sicuri di voler entrare nella stanza segreta di Fallout 76? Il ban è dietro l’angolo

La scoperta ha elettrizzato una buona parte della community, ma al contrario Bethesda sembra non aver preso molto bene questa “irruzione”. La software house infatti ha iniziato a bannare tutti i giocatori di Fallout 76 che accedono alla developer room e ne utilizzano gli oggetti al suo interno. Il ban sembra essere temporaneo, ma in ogni caso Bethesda non ha apprezzato questa scoperta da parte dei giocatori, soprattutto per il fatto che all’interno della stanza, molto probabilmente, si trovano degli oggetti e armi non ancora rilasciati ufficialmente in Fallout 76.

Non è ancora ben chiaro se il ban scatti solo con il semplice ingresso nella stanza oppure quando si utilizza un oggetto presente all’interno di essa, ma Bethesda sta tenendo la situazione sotto controllo. In ogni caso come detto in precedenza sembra che i ban siano solo temporanei, ma solamente se i giocatori riveleranno il modo in cui sono riusciti ad accedere alla stanza, dato che Bethesda è intenzionata a scoprirlo a tutti i costi.

Forse Wooby non riceverà più molte visite d’ora in poi, ma di certo sarà molto impegnato a testare le future armi e item di Fallout 76!

Fonte