Tempo di lettura: 4 minuti

Flotta in allerta!

Five Nations è uno strategico in tempo reale classico sviluppato dallo studio indipendente Webellion, che è disponibile da poco in accesso super anticipato. La versione dimostrativa del prodotto, perché di questo si tratta, è disponibile gratuitamente online a questo link e invito chiunque a provarla, anche perché gli sviluppatori in questo preciso momento ascoltano molto i giocatori per correggere bug e difetti prima del rilascio ufficiale.

Five Nations

Trama

La trama di Five Nations è ancora avvolta largamente dal mistero. La campagna principale è infatti solo parzialmente disponibile, dal monento che si tratta solo di una demo. Si possono giocare solo cinque missioni e la storia è giusto un po’ abbozzata. Sono presenti sequenze “cinematiche” di presentazione che richiamano molto quelle di briefing all’interno del primo Stacraft e che danno uno profondità maggiore a ciò che stiamo per affrontare.

Five Nations

In breve, giusto per darvi un’infarinatura della storia, sappiate che ci troviamo in un lontano futuro, in cui l’umanità ha ormai iniziato ad esplorare da tempo lo spazio. La Federazione è la principale organizzazione umana ed è reduce da una dura guerra contro la DEMA, che tentava di ottenere l’indipendenza marziana. La vittoria della Federazione lasciava intravedere una nuova epoca d’oro per l’umanità, ormai unità sotto un unico comando, ma proprio la DEMA riesce ad aprire un ponte di Einstein-Rosen, un wormhole. La Federazione invia per questa ragione una spedizione all’inseguimento dei rimanenti membri della DEMA fuggiti attraverso il “portale”, ma anche per saperne di più su questa tecnologia e su cosa ci sia dall’altro lato. Purtroppo la spedizione inviata oltre il wormhole dopo poco non invierà più notizie verso la Terra e saremo noi a dover andare per investigare sull’accaduto.

Five Nations

Un assalto in piena regola alla base nemica.

Comparto Tecnico

Five Nations possiede un motore di gioco in due dimensioni con uno stile grafico che richiama proprio gli RTS (Real Time Strategy) di fine anni novanta inizio duemila. L’intero titolo è ambientato nello spazio quindi non vi è molto da vedere a parte lo spazio stesso ed i pianeti nello sfondo e degli asteroidi fluttuanti, alcuni dei quali saranno le risorse da scavare. Proprio gli asteroidi, soprattutto quando disposti in fitti campi, costituiranno le barriere principali oltre le quali non potrete andare con le vostre unità, dando così una profondità importante alla mappa di gioco.

Five Nations

Uno dei briefing. Richiama molto per stile quelli del primo Stacraft.

L’audio di gioco è soddisfacente, in particolare gli effetti sonori durante gli scontri, che riescono ad essere incisivi e a regalare il giusto casino dagli scontri. Ancora si rilevano alcuni problemi di normalizzazione, ma si tratta di aspetti secondari che potranno essere facilmente corretti nell’ultima fase di sviluppo e che in questo momento non sono da prendere troppo sul serio. Il doppiaggio infine è solo in lingua inglese, ma attualmente sono previste comunque svariate traduzioni in molteplici lingue quanto meno per lo scritto. La colonna sonora infine è più che soddisfacente per il prodotto in sé. Trattandosi di uno strategico, escluse alcune eccezioni autorevoli, tutto quello che deve fare è accompagnare il giocatore durante una partita, rimanendo fedele allo stile di gioco.

Five Nations

Costruzione di una miniera accanto ad asteroidi ricchi di risorse.

Meccaniche di gioco

Five Nations è uno strategico in tempo reale di forma classica. È presente una fase di raccolta delle risorse, di gestione di queste ultime, una fase di combattimento ed una di produzione. Per dirla in breve Five Nations assomiglia di base a titoli come Age of Empires e Starcraft. Le meccaniche di gioco funzionano e, almeno per ora, riescono ad avere un loro stile e personalitá. Ovviamente si sente la produzione indipendente, ma si tratta comunque di un ottimo risultato finora, specialmente considerato che prodotti di questo tipo sono molto complessi e richiedono molto tempo di sviluppo. Le fazioni in gioco, che sono cinque come dice il titolo stesso, sembrano ben diversificate, almeno per le tre che si possono vedere nella demo. Purtroppo solo la Federazione è attualmente giocabile, ma si possono osservare, nei panni di nemici od alleati, altre due civiltà. Come in Starcraft sembra esserci una forte differenza tra ogni fazione in gioco.

Five Nations

Questa fazione non è ancora presente nella demo, ma è stata mostrata con immagini promozionali dagli sviluppatori.

I comandi infine sono piuttosto classici. Sono presenti ancora alcuni errori, come la “selezione a rettangolo” che ha dei problemi con la minimappa, oppure la difficoltà nel raggiungere alcuni bottoni in alto a destra della schermata. Si tratta in ogni caso di difetti risolvibili e non preoccupanti. Se lo sviluppo continuerà e il prodotto manterrà l’impegno di Webellion mostrato con questa demo, Five Nations sarà un RTS da non perdere.

Five Nations

Altra immagine promozionale degli sviluppatori. I problemi legati alla risoluzione e alle impostazioni, attualmente disabilitate, saranno sistemate più avanti.

Five Nations è una piacevole sorpresa del panorama indipendente specialmente per quanto riguarda gli strategici in tempo reale. Per quanto classico nella forma, riesce ad avere una certa personalitá. Ancora molto poco si è potuto vedere dalla demo, ma se queste sono le premesse allora ci sará un videogioco indipendente di qualitá in più tra non molto. Graficamente è un vero e proprio richiamo agli RTS di fine anni novanta e sembra essere solido come i suoi antenati. La produzione indipendente si nota, ma resta un risultato attualmente ragguardevole per uno studio di sviluppo tanto piccolo.

Five Nations

7.4

Trama

7.0/10

Gameplay

8.0/10

Comparto Video

7.0/10

Comparto Audio

7.5/10

Pros

  • È un ritorno al classico per gli RTS.
  • Audio e colonna sonora soddisfacenti.
  • Civiltá diversificate quanto basta.
  • Non semplice clone di altri titoli.
  • Ha il potenziale per diventare un ottimo RTS...

Cons

  • ... ma deve mantenere queste premesse.
  • Va ancora un po' limato.