Tempo di lettura: meno di un minuto

… ma HBO non sembra esserne affatto convinta.

Tra rumours e conferme altalenanti, smentite e sfuggite anticipazioni, sembra proprio che possa accadere di tutto nel futuro dell’universo fantasy creato da G.R.R. Martin.

Mesi prima della conclusione della serie Game of Thrones, sono già avviati i lavori per uno spin-off (The Long Night…?) e non sembra nelle intenzioni di HBO e dello stesso scrittore americano il volersi limitare.

Qualche giorno fa Martin ha rivelato al NY Times un’altra delle sue “felici” idee, di cui la casa di produzione non sembra essere troppo convinta.

“Non sono ancora riuscito a far valere le mie ragioni. Mi piacerebbe tantissimo raccontare piccole storie di persone che hanno cercato di condurre una vita tranquilla, con lo sfondo della guerra e degli intrighi della serie principale.”

L’idea viene da Rosencrantz and Guildenstern Are Dead, una sorta di “commedia spin-off” con protagonisti due personaggi secondari di Amleto e svoltosi contemporaneamente alla storia di Shakespeare, ma senza intrecci fra le due.

“Racconterei la storia di una guardia di Approdo del Re, quella di una prostituta dei bordelli di Ditocorto, o quella di un mimo di città. […] Gli eventi delle serie principale resterebbero nello sfondo.”

G.R.R. Martin

Non sappiamo se Spear Carriers, questo il titolo provvisorio pensato da G.R.R. Martin, vedrà mai la luce dei nostri schermi, viste le titubanze di HBO. Lo scrittore tuttavia non ha fama di sprovveduto per quanto riguarda “opere di convincimento“… Dunque, chissà.

Fonte: ComicBook