Tempo di lettura: 3 minuti

Il panorama dei metroidvania si è sempre contraddistinto per un andamento altalenante, passando da opere d’arte a tutto tondo a opere mediocri. Per fortuna, questa volta, ci troviamo a parlare di un titolo che rappresenta un apice del suo genere. Prodotto dal Team Cherry attraverso una campagna kickstarter conclusasi a poco più di 57.000 dollari, finalmente è arrivato Hollow Knight e questa è la nostra recensione.

Storia

In questo gioco vestiremo i panni di un guerriero anonimo dalla forma antropomorfa che indossa una maschera bianca.  Questa caratteristica di indossare una maschera sarà una costante caratterizzazione di tutti personaggi che incontreremo nell’avventura, ma la struttura del loro corpo varierà molto passando da quella vagamente antropomorfa a una più insettoide. La storia parte in modo molto semplice e classico: arrivati al paese Dirtmouth, scopriamo che tutti gli abitanti hanno abbandonato le loro case in cerca di avventure in un misterioso e antico regno situato nel sottosuolo. Decidiamo così di avventurarci anche noi per scoprire la sorte dei paesani e dar luce al mistero che avvolge il mistico regno del sottosuolo.

Hollow Knight

Gameplay

Il gioco si presenta come un classico Metroidvania, ossia come un platform ad aree al quale potremo via via accedere sbloccando poteri del nostro personaggio. Il mondo sarà ovviamente invaso di creature dall’aspetto buffo, ma tutt’altro che amichevoli, fortunatamente noi saremo pronti a difenderci con la nostra spada facendoci largo tra un salto e l’altro. Ogni nemico ucciso lascerà cadere alcune monete, utili per comprare oggetti o nuovi poteri, e concorrerà a riempire l’indicatore della maschera dell’ hollow: una sorta di barra del mana. Quest’ultima ha due utilizzi principali: utilizzando un po’ di mana potremo lanciare incantesimi o recuperare dell’energia. Questa meccanica risulta centrale per l’esperienza di gioco in quanto, mentre incanaleremo la nostra energia per curarci, il nostro eroe sarà impossibilitato a muoversi, rimanendo in balìa del nemico. Diventa perciò fondamentale imparare le tempistiche nel quale curarsi e quelle nel quale scappare , soprattutto durante le numerosissime boss battle. In caso dovessimo perire nel nostro percorso, il nostro personaggio sarebbe riportato all’ultimo check point lasciando la sua anima (e le sue monetine) nel luogo nel quale è perito lasciandoci il compito di recuperarlo. Lungo il nostro tragitto incontreremo tantissimi PNG che ci racconteranno di più sul mondo che ci circonda e, alcuni di essi, vorranno anche venderci nuovi upgrade in cambio delle preziose monete. Inutile dire che l’esplorazione è la parte centrale di questo titolo. Per completare le 15 aree che compongono la mappa di gioco saranno necessarie circa una trentina d’ore per la prima run anche se, conoscendo perfettamente il gioco e non morendo a nessuno dei numerosi boss che popolano le aree, si potrebbe arrivare a finirlo in 5 ore. Il livello di difficoltà ha una curva di apprendimento abbastanza dolce anche se, seppur gradatamente, ci guiderà verso un grado di difficoltà di tutto rispetto. Nel caso una volta completata l’avventura non fossimo ancora sazi il gioco vanta diversi finali e una modalità hardcore in cui la morte è permanente.

Hollow Knight

Comparto Tecnico

Tecnicamente il titolo è ben realizzato nella sua semplicità. Si presenta infatti come un platform in due dimensioni dalla forte caratterizzazione fumettosa. Per alcuni versi ricorda quel capolavoro di The Bindig of Isaac per stile del disegno. Le hitbox sono molto precise anche nelle situazioni in cui i millimetri fanno la differenza e i comandi sono responsivi. Il comparto audio è ottimo, con musiche d’ambiente magistrali ed effetti sonori ben realizzati. I personaggi non sono doppiati, ma parlano una buffa lingua incomprensibile, a cui ,un po’ come succedeva per i sims, alla lunga ci si fa l’orecchio. Unica pecca i sottotitoli non sono al momento disponibili in italiano, cosa che potrebbe scoraggiare parte dell’utenza.

Hollow Knight è un gioco fantastico, come non se ne vedevano da tanto. Vasto , enorme , carismatico e una vera sfida per chi si voglia mettere alla prova con un metroidvania vecchio stile. Il prezzo abbordabilissimo lo rende un acquisto obbligatorio per tutti gli amanti del genere. DA AVERE!

Hollow Knight

8.5

Gameplay

8.0/10

Comparto Video

8.5/10

Comparto Audio

9.5/10

Trama

8.0/10

Pros

  • Metroidvania vecchio stile
  • Grande carisma
  • Ottima longevità e rigiocabilità

Cons

  • Non tradotto in italiano