Tempo di lettura: 1 minuto

…peccato che costino quanto quelle con grafica integrata.

Ebbene sì, Intel ha appena lanciato sul mercato una nuova categoria di CPU, senza scheda grafica integrata. Come si può vedere dalla tabella qui sotto infatti, per ogni fascia abbiamo due CPU perfettamente identiche, di cui una senza GPU integrata. Tra le due versioni però, anche il prezzo è perfettamente identico.

 

Il fatto che la GPU sia disabilitata non dovrebbe implicare una certa differenza nel prezzo? Almeno, se un’azienda offre un prodotto con una caratteristica in meno, sarebbe giusto farla pagare in meno. La soluzione in sè non è malvagia, anche perché ricordiamo che anche AMD, per la seconda generazione di CPU Ryzen, ha fatto la stessa cosa. Però sarebbe giusto far pagare per quello che viene offerto al consumatore.

I Core F nascono allo scopo di svuotare i magazzini di chip difettosi e aumentare la disponibilità di CPU sul mercato in un periodo storico in cui l’azienda sta combattendo con problemi di carenza produttiva legati a una domanda record di CPU Xeon.

L’unica speranza che rimane al consumatore, è quella che i rivenditori applichino delle offerte per queste specifiche versioni. Almeno così potrebbe valerne la pena farci un pensierino.

Fonte