Tempo di lettura: 3 minuti

…è essa stessa il piacere.

Se come me da piccolo amavi viaggiare nei mondi Disney con un Keyblade in mano e non vedi l’ora di tornare nel magico mondo di Kingdom Hearts, stai tranquillo, sono qui per rassicurarti:  Kingdom Hearts III è il solito Kingdom Hearts. Quindi se hai amato i vecchi capitoli molto probabilmente amerai il nuovo, nonostante le sue evidenti pecche.

KHIIIRecensione

Trama

Parliamoci chiaro, per quanto all’apparenza Kingdom Hearts sembri un gioco per ragazzini, la storia non è semplicissima da capire. Non tutto viene spiegato e se già fa fatica a capirla chi ha giocato tutti i vari capitoli nelle varie console, è praticamente impossibile la comprensione da parte di chi si approccia al brand da questo terzo capitolo. Quindi tu, giocatore in erba, se stai leggendo qui e sei curioso di sapere se vale la pena acquistare quel famoso gioco di cui parlano tutti in questo momento, sappi che capirai poco o nulla della trama senza recuperarti tutti (si, proprio tutti) i vecchi capitoli.

Detto questo, la narrazione è probabilmente il maggior punto debole di tutto il pacchetto. Per quanto le trame dei mondi Disney vengano riadattate in maniera impeccabile, la stessa cosa non si può dire della trama del gioco vera e propria. La scelta di dividere in due parti il gioco e lasciare che tutti gli avvenimenti importanti avvengano dopo che si finisce di esplorare tutti i mondi Disney, risulta essere un grosso errore. Nel finale avviene tutto troppo in fretta e il giocatore non ha il tempo di metabolizzare ciò che sta vedendo sullo schermo. Inoltre per il puro fan-service la narrazione arriva a contraddire alcuni punti cardine di tutta la saga. Si aggiunge una qualità delle cutscene altalenante a causa di dialoghi non proprio brillanti e di tempi morti inspiegabili.

Nonostante tutto ciò la narrazione non risulta essere intollerabile. Come accennato sopra sono gli avvenimenti dei mondi Disney ad alzare enormemente il livello qualitativo, con momenti che manderanno in brodo di giuggiole qualsiasi amante dell’universo Disneyano.

KingdomHearts3

Gameplay

Basta una sola parola per riassumere il gameplay di Kingdom Hearts III: divertente. È chiaro che l’intento degli sviluppatori è stato solo quello di far divertire i giocatori, anche a discapito del bilanciamento. Il combattimento risulta essere estremamente frenetico e come al solito è votato al buttom smashing. L’aggiunta più apprezzata è la trasformazione dei vari keyblade in armi diverse tra loro che donano un senso al cambiamento di arma, oltre al classico cambio di parametri. Meno apprezzate risultano essere le Attrazioni: attacchi speciali che si ispirano alle attrazioni di DisneyLand e infliggono ingenti danni. Tralasciando lo stupore iniziale dovuto alla bellezza delle animazioni, a lungo andare la ripetizione delle attrazioni porta alla noia poiché durano troppo e interrompono bruscamente il ritmo del combattimento.

Come dicevo sopra il combattimento risulta essere nel complesso estremamente divertente, ma a scapito della difficoltà. Ho giocato il titolo a livello Esperto e non ho riscontrato il minimo livello di sfida se non nelle battute finali.

Va accennata l’enorme presenza di minigiochi che risultano essere un piacevole passatempo per staccare ogni tanto dai combattimenti.

kingdom-hearts-3-gameplay

Comparto Tecnico

Kingdom Hearts III è semplicemente stupendo visivamente. Sia i colori che gli effetti particellari sono curati in ogni piccolo dettaglio ed è impressionante come per certi mondi si cambi addirittura completamente stile. Impressionanti risultano essere anche i volti dei protagonisti Disney che sono praticamente identici alla loro controparte su pellicola. Altrettanto non si può dire però dei volti di alcuni protagonisti del gioco stesso, che risultano essere poco espressivi e molto innaturali. Inoltre diverse animazioni di gioco sembrano essere state prese direttamente dal suo predecessore su PS2. Va bene il non voler snaturare eccessivamente il titolo ma certe cose nell’attuale generazione sono difficilmente tollerabili.

Il frame rate risulta essere abbastanza stabile e non è stata riscontrata la presenza di alcun bug.

Le musiche come sempre sono eccellenti e il riascoltare alcuni pezzi presi direttamente dal secondo capitolo farà emozionare molti fan della saga.

kingdom_hearts_3_monsters_inc

Kingdom Hearts III nonostante l’enorme fan base rimane un gioco di nicchia. La trama non proprio perfetta e il sistema di gameplay vecchio stile potrebbero allontanare molti giocatori che si avvicinano al brand. Ma nonostante tutti i suoi difetti un fan della saga si ritroverà semplicemente a casa, e probabilmente lo amerà in ogni caso.

Insomma, l’attesa è stata ripagata.

Kingdom Hearts III

0.00
8.8

Trama

8.0/10

Gameplay

8.8/10

Comparto Video

9.1/10

Comparto Audio

9.4/10

Pros

  • Mondi Disney semplicemente stupendi
  • Gameplay molto divertente
  • Uno spettacolo per gli occhi
  • Musiche indimenticabili

Cons

  • Trama non proprio impeccabile
  • Eccessivamente facile