Tempo di lettura: 2 minuti

Orrore, amore, cyborg e latticini pensanti…

Per tutti quelli che cominciavano a pensare che Netflix avesse finito di sorprenderci, è in arrivo una serie tv d’animazione che promette meraviglie: Love, Death & Robots. E nel titolo leggiamo già gran parte di quello che c’è da sapere. Amore e morte, tutto in chiave fantascientifica (ma non solo) e in forma antologica, come confermato dalla produzione.

David Fincher, di nuovo in collaborazione con la piattaforma dopo gli ottimi precedenti (House of Cards, MindHunter), firma questo nuovissimo progetto insieme a Tim Miller, regista di Deadpool e del prossimo Terminator. La serie consisterà in brevi storie animate, tutte realizzate tramite le tecniche più diverse, da quella tradizionale alla più avanguardista in CGI. Cortometraggi dunque, che promettono un mix di generi come fantasy, horror, commedia, e un approccio narrativo innovativo e d’impatto.

La visionarietà sarà la parola d’ordine di questo nuovo prodotto, un’originalità di trovate visive che spingerà al massimo l’incredulità. Dai latticini pensanti ai mostri di spazzatura, dai lupi mannari soldato a demoni a cyborg assassini e impazziti.

Al proposito, un Tim Miller entusiasta ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. “Questo è il progetto dei miei sogni, in grado di fondere il mio amore per romanzi e storie di pura fantasia e la mia passione per l’animazione. Tutti stilemi che mi hanno ispirato per anni ma che erano fino a poco tempo fa ‘roba da nerd’, categoria di cui ho sempre orgogliosamente fatto parte. Film trasmessi solo in notturno, fumetti, libri e riviste di genere… Non potrei essere più contento del nuovo panorama creativo, cambiato finalmente al punto da rendere tutte queste cose parte di una più ampia cultura.”

Sembra essere il momento giusto, dunque, per il pubblico, i gusti dei telespettatori e le conseguenti aspettative. Non resta che aspettare che i corti compaiano all’interno del catalogo Netflix, data ancora da stabilirsi. Per i più curiosi e impazienti proponiamo una gallery con le immagini rilasciate finora.