Tempo di lettura: 2 minuti

Ottimi dispositivi, prezzi competitivi, ma…

Redmi nasce da una costola dell’ormai affermato brand cinese Xiaomi. In particolare, ha inaugurato la sua “indipendenza” annunciando a gennaio il Redmi Note 7, un dispositivo di fascia medio-bassa. Analizziamo brevemente le caratteristiche tecniche di questo dispositivo.

  • Schermo: IPS Full HD+ da 6,3″ (2340×1080 pixel con fattore di forma 19.5:9)
  • CPU: Snapdragon 660 octacore 2.2GHz
  • GPU: Adreno 512
  • RAM: fino a 6GB
  • Memoria: fino a 64 GB
  • Fotocamera: Doppia fotocamera posteriore (48 MP f1.8 + 5MP per il calcolo della profondità di campo) + fotocamera frontale da 13 MP
  • Sensori e connettività: Wi-Fi 802.11 ac dual band, dual SIM ibrido, Bluetooth 5, GPS, GLONASS, BDS, USB-C, jack per le cuffie e sensore di impronte digitali
  • Batteria: 4.000 mAh con Quick Charge 4.0

Un dispositivo di tutto rispetto insomma, considerando anche il prezzo altamente competitivo (il prezzo in valuta cinese della versione di base 3/32GB risulta essere 999 Yuan, cioè circa 127€). Bisogna però segnalare la mancanza dell’NFC e l’impiego di materiali non molto pregiati. Infatti, seppur Redmi abbia utilizzato un vetro Gorilla Glass 5 sul display e sul retro, il vero punto debole sono le cornici, realizzate in plastica.

Come si può vedere dal video, non è così difficile provocare danni all’intero smartphone se sottoposto anche ad una lieve piegatura. Anche un solo componente di qualità non elevata può compromettere l’intera struttura. Purtroppo, neanche il più potente Redmi Note 7 Pro può contare su materiali di qualità superiore, ma vale comunque la pena approfondire la sua scheda tecnica.

Redmi Note 7 Pro: caratteristiche

Esteticamente risulta tale e quale al suo fratello minore, e come abbiamo già detto, risultano uguali anche i materiali impiegati. Ciò che cambia è l’hardware, collocando questo smartphone nella fascia media. Infatti troviamo un ottimo Snapdragon 675 (octa-core da 2.0 GHz) con GPU Adreno 612, fino a 6GB di RAM e memoria fino a 128GB. Il resto delle specifiche rimane invariato. I prezzi sono ovviamente leggermente superiori (circa 170€ al cambio per la versione base 4/64GB).

In sostanza quindi, se vi alletta l’ottima scheda tecnica di questi dispositivi e il prezzo competitivo, considerate che ancora non sono usciti ufficialmente nel mercato italiano, quindi sicuramente costeranno qualcosa di più (ma nulla di tragico). Ma soprattutto attenti alle tasche, potrebbero rivelarsi le peggiori nemiche di questi dispositivi.

 

Fonte 1 | Fonte 2