Tempo di lettura: 4 minuti

Pronti ad essere più che Dr House?

Project Hospital è un videogioco gestionale, genere che nell’ultimo periodo sta vivendo una seconda rinascita, in cui il nostro compito sarà quello di gestire in tutto e per tutto un ospedale, non solo costruendo l’edificio in sé, ma contribuendo in molte altre attività. In questi mesi è arrivato su Steam anche un altro titolo manageriale a tema ospedaliero, Two Point Hospital, che prendeva in tutto e per tutto il trono lasciato vacante per anni dal fantastico Theme Hospital, ispirandosi ad esso notevolmente in moltissime caratteristiche.

Project Hospital

Dopo qualche ora di gioco il vostro ospedale sarà pieno di talmente tanti oggetti che inizierà a diventare difficile tenere sott’occhio ogni singola cosa. A questo serve avere un personale preparato e capace.

La principale preoccupazione all’uscita di Project Hospital era che non si sarebbe distinto da quello che lo aveva preceduto di qualche mese, finendo per essere dimenticato nonostante il suo costo di vendita fosse leggermente inferiore a quello del concorrente. Al contrario di ogni pronostico invece il titolo di Oxymoron Games è un prodotto di altissima qualità, completo e che garantisce al giocatore numerosissime ore di gioco nonostante la sua natura indipendente.

Project Hospital

Gli obiettivi principali vengono dalle agenzie di assicurazione, che vi proporranno di volta in volta nuove vette da raggiungere per avere una ricompensa, semplicemente monetaria oppure in numero di pazienti.

Tanti colori e bella musichetta

Parlando immediatamente del comparto tecnico, si segnala una grafica in due dimensioni gradevole, ma che sicuramente non stupisce. La visuale è isometrica, come nei più classici gestionali, ed i disegni non sono sicuramente tra i migliori, ma l’impatto d’insieme è più che soddisfacente. Nonostante questo è stata posta gran cura nei particolari in modo che il giocatore possa avere, quando necessario, un raffronto visivo chiaro che lo aiuti nella gestione del suo ospedale. Sicuramente guardando qualche immagine potrete notare come i colori risaltino particolarmente, sebbene il prodotto si dimostri più vicino ad una simulazione dell’attuale principale concorrente (Two Point Hospital). Il comparto audio è buono e gode di una colonna sonora che definire più classica di così per un manageriale è poco. Peccato che i brani siano pochi in confronto alle ore che spenderete fra le corsie, ma di fatto la musica accompagna quanto basta le vostre vicende.

Project Hospital

Nelle prime fasi il turno di notte sarà praticamente inutile, ma più avanti diventerà importantissimo e la gestione diventerà ventiquattro ore su ventiquattro.

Il paziente sta collassando

Descrivere in una recensione la vastità del gameplay di Project Hospital è impresa non facile, vista la mole di contenuti, alcuni dei quali io stesso non conosco a pieno dopo decine e decine di ore di gioco. Sicuramente si tratta di una simulazione più fedele, dal momento che l’ospedale si divide in reparti, ognuno dei quali con compiti, personale e strumentazioni ben specifiche. I reparti disponibili sono: pronto soccorso, radiologia, chirurgia, medicina interna, terapia intensiva, ortopedia, cardiologia e neurologia. Ognuno di essi avrà bisogno di un certa varietà di stanze adibite alle più svariate funzioni; si va quindi dai classici ambulatori o sale d’attesa, fino a laboratori d’analisi, stanze TI (terapia intensiva) e così via. Oltre alla “semplice” costruzione ed acquisto delle strumentazioni, che saranno particolarmente onerose, dovrete anche assumere il personale, che dovrà essere selezionato in base ai tratti di ogni personaggio e alle sue specializzazioni, spesso necessarie.

Project Hospital

Qualche bug è presente, come il medico seduto sul nulla davanti alla macchinetta automatica, ma si tratta di eventi sporadici e che non rompono assolutamente il gioco.

Nelle prime fasi inoltre dovrete preoccuparvi solo del turno diurno, dato che l’ospedale non potrà ancora ospitare pazienti nelle apposite camere, ma, non appena sbloccherete l’ospedalizzazione, sarà necessario avere altro personale che si occupi dei turni di notte, in modo che i pazienti siano tenuti sotto controllo continuo, curati e visitati. La diagnosi svolge un ruolo di primaria importanza, non solo perché vi permetterà di trovare i sintomi della malattia che affligge il paziente, ma anche perché vi servirà per comprendere quali medicine sarà meglio somministrargli. I medici, così come il resto del personale, avrà un livello di esperienza che inciderà attivamente sulle sue capacità e sul suo rendimento, permettendogli di diagnosticare dei mali correttamente e rapidamente o malamente e erratamente (cosa che può portare anche a gravi ripercussioni non solo per l’ospedale in quanto ad immagine, ma anche per il paziente).

Project Hospital

L’ospedalizzazione del reparto di chirurgia, così come altri, necessiterà di una sala operatoria per curare determinati pazienti, ma attenti alle diagnosi sbagliate. Operare qualcuno inutilmente porterà a gravi sanzioni.

A differenza di altri manageriali in Project Hospital il nostro ruolo non sarà limitato solo ad una gestione di alto livello, lasciando agli agenti del caso lo svolgimento di determinate operazioni. Potremo infatti decidere a quali esami sottoporre i pazienti, se ricoverarli o meno e quali terapie somministrargli. Questa dinamica ci permetterà di dare una mano ai medici con meno esperienza, ma anche capire quali esami siano necessari in modo da costruire nuovi laboratori di analisi per poterli eseguire. Purtroppo, un po’ come capita sempre in questi casi, la terminologia medica specifica può essere un ostacolo non indifferente, ma per fortuna ogni icona e termine dispone di un’efficace e sintetica descrizione che ci aiuterà nel gioco.

Project Hospital

Il personale necessiterà anche di stanze dove potersi svagare, mangiare e… evacuare.

Project Hospital è un gestionale di prim’ordine e rappresenta il primo tentativo riuscito di Oxymoron Games, casa indipendente che si affaccia sul mercato video ludico. Si tratta di un videogioco divertente, ma che nasconde una difficoltà non banale sotto moltissimi aspetti. Le dinamiche sono piuttosto variegate ed evitano che, anche dopo decine e decine di ore, ci si annoi ripetendo le solite cose. Il prodotto infatti si fa scoprire pian piano senza accelerare le cose e ponendo al giocatore man mano sempre sfide maggiori. Oltre alla modalità infinita, in cui costruiremo il nostro ospedale senza un’obiettivo specifico se non quello di far quadrare i conti, vi sono numerose sfide e campagne non banali che mettono alla prova il giocatore con situazioni specifiche. In definitiva Project Hospital è un gioco da avere se amate il genere e potete stare certi che le prime venticinque ore passeranno in un baleno senza che ancora abbiate appreso tutto sul titolo.

Project Hospital

7.8

Gameplay

9.0/10

Comparto Video

7.0/10

Comparto Audio

7.5/10

Pros

  • Meccaniche variegate e profonde
  • Gestione ospedaliera da simulazione, ma divertente
  • Colonna sonora di accompagnamento gradevolte
  • Buona sfida e curva di apprendimento dolce
  • Molto colorato...

Cons

  • ... ma graficamente nulla di esaltante
  • Poca differenza tra gli scenari disponibili