Tempo di lettura: 3 minuti

CHIAMERETE VOSTRO FIGLIO DOVAKIN PER OTTENERLO?

Dopo otto anni dall’uscita del primo capitolo, mamma Bethesda ha finalmente presentato Rage 2. Il titolo è stato sviluppato da Avalanche Stuodios, affiancati da id Software, che si era invece occupata dell’omonimo prequel. Una trama ben differente da quella di Rage, ma non del tutto distaccata. Un gameplay arricchito, ma non sempre con idee del tutto originali. Un open world a volte ripetitivo, ma soprattutto tanta violenza. “Bugthesda” si sarà superata?

TRAMA

Nello scenario post-apocalittico di un mondo devastato dallo schianto di un asteroide che ha ucciso la maggior parte della popolazione. Il protagonista è Walker, l’ultimo ranger, che vede la sua terra assediata da mostri di varie forme e dunque in pericolo e che, spinto dalla sua sete di vendetta, si vedrà costretto a girare il mondo a bordo di bolidi corazzati con un solo obbiettivo: sconfiggere il generale Cross.

 

GAMEPLAY

Se si volesse andare per approssimazione, per descrivere il gameplay di questo gioco basterebbe dire: “Hai presente Far Cry? E Doom? Eh, ecco”. Ma il titolo di Bethesda è molto più di questo! Forse. Scherzi a parte, Rage 2 è un gioco violento, veloce, intuitivo e accattivante. Riprende sì alcune dinamiche di altri giochi, ma le allinea quasi alla perfezione, del resto dalla id Software non possiamo di certo aspettarci caratteristiche simili a quelle di Super Mario. Si tratta di un FPS open world che dà una forte sensazione di libertà nonostante la storia sia decisamente indirizzata e lineare.

Girovagando per le sei vaste zone della mappa a bordo di uno dei veicoli a nostra disposizione (argomento che tratteremo più avanti) potremo imbatterci in posti di blocco e avamposti da conquistare, vi ricorda qualcosa? Ma sta volta ci saranno ben poche chance di “farla stealth”, non è nello stile del gioco. A caratterizzare gli scontri infatti, ci sarà uno shooting frenetico e soddisfacente, soprattutto per una feature: l’headshot. Colpire la testa degli avversari non sarà più tanto bello quanto inutile, non solo i danni inflitti saranno maggiori, com’è giusto che sia, ma l’effetto sonoro che indica di aver fatto centro ci darà la stessa sensazione di quando apriamo una  noce con le mani. Avremo anche la possibilità di sbloccare nuove armi e abilità e ciò renderà gli scontri meno monotoni.

I veicoli sono parecchi e diversi tra loro. Potremo passare infatti dalla più “semplice” delle macchine a veicoli corazzati, più lenti e armati, o a due ruote, più veloci e instabili. Purtroppo però, nonostante la varietà presente nel gioco, il veicolo più utilizzato sarà il primo che ci verrà concesso, l’unico a cui si potranno apportare modifiche e che potrà essere riparato. Infatti i veicoli “secondari” saranno utilizzati per scopi precisi come gareggiare.

COMPARTO TECNICO

Rage 2 presenta una grafica davvero sbalorditiva, a volte anche troppo pulita e a dimostrare ciò è il fatto che spesso e volentieri al posto della cinematica viene utilizzato il motore di gioco. In alcuni frangenti il gioco può ricordare lo stile di Borderlands.

Il sistema di combattimento è sviluppato in maniera attenta, lo shooting è intuitivo e funziona bene, il mirino è spesso non necessario. L’incremento di abilità l’accesso a nuove armi portano a nuovi approcci agli scontri. Il gameplay è molto fluido ed è difficile avere problemi di frame rate instabile.

Durante la guida possono nascere alcuni problemi dovuti sia al controllo del veicolo che alla telecamera, inoltre il combattimento mentre si è a bordo può risultare confusionario. I personaggi risultano molto curati, lo stesso vale per le armi e i veicoli che lasciano a bocca aperta. I mostri vengono ritratti nei loro piccoli orrendi particolari rendendoli che li rendono disgustosi al punto giusto. Il doppiaggio è invece abbastanza deludente.

Veloce, divertente, violento. Rage 2 è si un gioco senza troppe pretese, ma anche una bella presa di posizione da parte di Bethesda, che riesce a stupire con un gioco che prende solo gli spunti migliori da ciò che abbiamo già visto in passato. Loot, guida spericolata e lotte senza freni si affiancano per creare un gameplay coinvolgente. A volte il gioco può risultare “noioso” poiché a tratti ripetitivo. La campagna scorre abbastanza velocemente con missioni cariche di azioni e boss veramente competitivi. Per il prezzo a cui si trova, ne vale assolutamente la pena.

Rage 2

7.5

Gameplay

8.5/10

Comparto tecnico

7.5/10

Trama

6.5/10

Pros

  • Shooting
  • Dettagli
  • Armi

Cons

  • Doppiaggio
  • Combattimenti sui veicoli poco precisi