Tempo di lettura: 2 minuti

Dipendenti Rockstar costretti a lavorare centinaia di ore, bufala o verità?

Il nuovissimo Red Dead Redemption 2 ha conquistato la scena, giornalmente utenti postano curiosità, easter egg, stranezze e tantissimo materiale che ha già reso questo gioco leggendario. Sia pubblico che critica non hanno dubbi, l’ultimo videogame targato Rockstar Games è un lavoro di altissima qualità. La domanda sembra sorgere spontanea, quante risorse devono essere investite per una produzione di tale livello? Mettendo da parte i capitali monetari dedicati allo sviluppo, un’altra componente è fondamentale ma spesso dimenticata senza sapere che, senza di essa, non si potrebbe portare avanti nessun videogioco: parlamo ovviamente degli sviluppatori.

Possiamo facilmente immaginare che RDR2 è un gioco che ha richiesto sacrifici da parte del team di sviluppo, oltre che sudore e straordinari per rispettare le deadline, sebbene nessuno possa sapere per certo quanto grandi siano stati questi sacrifici.

Red Dead Redemption 2

A sollevare un polverone, è stata una recente intervista ad uno dei co-fondatori dello studio americano. Secondo quanto dichiarato, il team ha dovuto lavorare almeno 100 ore a settimana per portare il gioco in tempo. La reazione del pubblico non è tardata ad arrivare, tanto che Rockstar è stata paragonata ad una nota industria cinese torvamente famosa per trattare i propri lavoratori come schiavi.

La replica a questa intervista non è tardata ad arrivare. Secondo Rob Nelson di Rockstar North, l’orario lavorativo varia dalle 42 alle 48 ore settimanali, con picchi a luglio che hanno raggiunto le 50 ore, sporadicamente si è arrivati a 60. Nelson ha dichiarato:

“I nostri dipendenti lavorano duramente? Ovvio che si. È un qualcosa che vogliamo si verifichi regolarmente per lunghi periodi prolungati? Assolutamente no, i nostri sviluppatori ricevono adeguati straordinari per questi extra, dal canto nostro cerchiamo sempre di migliorare l’ambiente di lavoro”.

Red Dead Redemption 2

Come internet insegna, qualunque cosa può trovare il suo lato comico. Su Reddit sono apparse diverse immagini raffiguranti un volantino pubblicitario di un revolver, il testo sottolineato recita:

“Fabbricata da abili lavoratori, che lavorano instancabilmente ogni settimana e ogni weekend per pochi spiccioli per portarvi il miglior revolver sul mercato”.

La frase è ispirata ovviamente alla situazione lavorativa dei primi del ‘900, dove centinaia di migliaia di uomini e donne venivano impeigati per lavori massacranti, sfruttati e pagati una miseria. Una situazione che, come alcuni utenti di Reddit hanno sottolineato, ricorda quanto sta accandendo in casa Rockstar. Come avete letto ci sono situazioni discordanti, non possiamo sapere quale sia la verità, tuttavia speriamo che nessun lavoratore debba essere sfruttato in questo modo anche se, come è ben noto, notizie di cattiva gestione dei ritmi lavoritivi e sfruttamento sono all’ordine del giorno.

Fonte