Tempo di lettura: 4 minuti

Quando i videogiochi non sono abbastanza.

Patatine, qualcosa da bere, tante persone intorno ad un tavolo e risate assicurate per tutti. Però, ehi, piano con quel bicchiere che se si rovescia sulla tastiera è un problema!

tabletop simulator

Quante volte è capitato di voler giocare con gli amici online e non avere tra le mani il titolo adatto? Questo ha troppi pochi posti multiplayer disponibili, quello è troppo complesso, quest’altro è troppo caotico – e questo? Il pc non lo regge perché è troppo pesante e si fonde la scheda video! Insomma, di problemi ne abbiamo avuti tutti a decine e non sempre si rivela facile trovare la soluzione giusta a questa complicata faccenda.

Il dilemma è sempre lo stesso: come si può passare una serata con gli amici, quando si fa parte di un gruppo numeroso di appassionati di videogame? Beh, se tutti abitassero vicini ci sarebbero decisamente molte più opzioni da tenere in considerazione ma, quando si vive sparsi per tutto lo stivale e oltre, il titolo migliore su cui buttarsi è uno soltanto: Tabletop Simulator.

Di che si tratta? Semplice! Mettetevi comodi e partiamo.

Gameplay

Nato dalle mani della casa di sviluppo Berserk Games e grazie ad un riuscitissimo kickstarter, Tabletop Simulator si basa su un’idea incredibilmente semplicetabletop simulator e, allo stesso tempo, perfettamente azzeccata. Il gioco si basa su una stanza virtuale con un tavolo e un’ottima gestione della fisica degli oggetti; partendo da questo sia gli sviluppatori, sia gl’incredibili creatori del workshop gratuito di Steam, hanno programmato e ricreato una quantità smodata di giochi da tavolo – e parlo di quelli veri, con dadi, carte e pedine da muovere. C’è da ammettere che Tabletop Simulator non ha proprio l’HUD di più semplice comprensione e che è talmente pieno di comandi, scorciatoie da tastiera e cose da fare che per riuscire a comprenderlo alla perfezione bisognerebbe studiarlo con estrema attenzione ma, una volta afferrate le basi, buttarsi nel vivo del gioco è più facile di quello che si possa pensare.

Si crea la stanza online, con o senza password, si sceglie il gioco da tavolo tra il grande numero di titoli presenti – tra gratuiti e dlc a pagamento – e si comincia a giocare. Ognuno si ‘siede’ intorno al tavolo, scegliendo il proprio colore e poi via, in un’esperienza che s’avvicina davvero tanto al piacere che si prova stando seduti nella stessa stanza a giocare con gli amici.
tabletop simulatorDescriverlo non è così facile, ma credetemi se vi dico che è stata una vera rivelazione. Si possono giocare titoli classici, come l’immancabile Monopoly (…che vi sconsiglio, perché quello rovina davvero le amicizie.), gli scacchi o il poker, e titoli nuovi o inusuali, tra cui il gioco da tavolo di Pillars of Eternity, quello di Dark Souls o il crudelissimo Uno. I regolamenti e i funzionamenti sono esattamente come per le loro controparti reali.
A questo c’è da aggiungere anche la possibilità di poter giocare a Dungeons and Dragons, con tanto di schede dei personaggi, diorama, mappe e uno schermo del master dietro cui nascondere ogni terribile segreto del narratore. Vi sono un numero notevole di addons da aggiungere alla partita per permettere a master e giocatori di costruire una mappa vera e propria in 3d, con tanto di miniature di mostri, eroi e draghi – che si possono animare, ovviamente, altrimenti che gusto ci sarebbe?

Comparto  tecnico

Progettato partendo da Unity, Tabletop Simulator ha dalla sua un ottimo studio della fisica degli oggetti, realistica e credibile e, all’evenienza, tabletop simulatorfacile da modificare e adattare alle varie esigenze.Graficamente, di base, non eccelle come il miglior titolo al mondo ma il motore grafico utilizzato permette agli utenti non solo di caricare immagini e suoni, ma anche modelli in 3D  per ricreare qualsiasi tipo di pedina, segnaposto o token.

Con un po’ di pazienza e qualche conoscenza, su Tabletop Simulator si può ricreare qualsiasi gioco da tavolo esistente, così come crearne di nuovi. All’interno del workshop di steam, infatti, si possono trovare centinaia di titoli ricreati dagli utenti con cura – o, almeno, lo sono per la maggior parte.
Si possono impostare Macro, automazioni e comandi specifici per ogni pezzo presente sul tavolo, anche se il lavoro si rivela essere piuttosto complesso per chi non mastica un tabletop simulatorminimo di linguaggio di programmazione – come la sottoscritta, ovviamente.

Una menzione d’onore va fatta, però, a quelli che sono i tools aggiuntivi che il team di Berserk Games ha aggiunto a Tabletop Simulator: potrete trovare, perfettamente funzionanti, segnapunti elettronici, calcolatrici, blocchi per appunti e persino un tablet con cui navigare sul browser (sì, funziona davvero, e abbiamo sprecato una serata della nostra vita a guardare video di youtube su Tabletop – ops!) e un lettore mp3 con cui navigare nella free music di youtube e cercare la colonna sonora per le proprie sessioni di gioco. Certo, sogno il giorno in cui aggiungeranno l’estensione per Spotify ma con un po’ d’ingegno e un browser a disposizione…

E’ un titolo che vale la pena di possedere? Sì, su tutta la linea. Se si ha un corposo gruppo di amici sparsi per il mondo, Tabletop Simulator è un ottimo modo per passare serate di qualità ed estremamente divertenti. Il costo contenuto e la possibilità di comprare la “4-pack”, con ben quattro copie del gioco da regalare, non fa che aumentare la sua qualità e gli fa guadagnare il titolo di ‘must have’ di ogni libreria Steam che si rispetti.

Tabletop Simulator

8.2

Gameplay

9.5/10

Comparto video

7.5/10

Comparto audio

7.5/10

Pros

  • Divertente con gli amici
  • Flessibile sui titoli offerti
  • Workshop quasi infinito...

Cons

  • ... ma non sempre curato al meglio
  • Grafica e audio un poco da rivedere.