Tempo di lettura: 2 minuti

Rivelazioni dal GDC

Durante la Game Developer Conference (GDC) Google ha presentato Stadia, il suo servizio di gaming in streaming.

Hanno pensato proprio a tutti: questa piattaforma, infatti, è dedicata non solo a chi desidera giocare, ma anche a chi vuole streammare, guardare e perfino sviluppare videogiochi. Dunque, Project Stream, che permetteva lo streaming di giochi tripla A a 1080p e 60 fps, era solamente la punta dell’iceberg. L’obiettivo di Stadia è di rendere il gaming accessibile a tutti utilizzando semplicemente Chrome.

Come dice il breve video: Stadia sarà “una piattaforma per ogni immaginazione”. Una piattaforma sulla quale Google costruirà la sua community dedicata al gaming.

Tra i punti di forza spicca sicuramente l’Istant Access: guardando gameplay su Youtube potremo accedere, in meno di 5 secondi, al gioco che stavamo guardando attraverso un comodissimo tasto. Qui il ruolo chiave di Youtube che diventerà a tutti gli effetti un hub per scoprire nuovi giochi. Twitch comincia a tremare.stadia

Nonostante stadia non sia, quindi, una consolle, bensì una piattaforma software, avremo comunque una periferica dedicata: un controller. Tra le sue peculiarità vediamo un tasto per effettuare lo streaming su Youtube del videogame che si sta affrontando. Su tutti, un altro pulsante è da notare, quello dedicato all’assistente vocale. Come sarà sfruttabile? Immaginate di non riuscire a risolvere un rompicapo; Google Assistant potrà venirvi in aiuto mostrandovi un video direttamente sullo schermo dove state giocando.

stadia

A detta di coloro che hanno presentato il progetto, sono anni che Google sta sperimentando il servizio  e, al lancio, Stadia sarà in grado di reggere giochi in streaming fino a 4K e 60fps. Ad esempio avremo, tra i titoli di lancio Doom Eternal che supporterà le impostazioni grafiche al massimo.

Come detto sul palco, saranno presenti numerosi giochi online e tra essi sarà abilitato il cross-play in modo da permettere al servizio di Google di unire i giocatori di tutto il mondo senza limiti di piattaforma.

stadia

Google ha anche annunciato Stadia Games and Entertainment, una società che si preoccuperà di supportare il servizio in tutto e per tutto. Inoltre ci assicurano che arriveranno giochi first party da varie aziende pronte a collaborare per questo grandioso progetto.

Stadia sarà disponibile nel 2019 in USA, Canda, UK e nella maggior parte dell’Europa. L’Italia dovrebbe rientrare in questi paesi europei come conferma il comunicato stampa ufficiale, tradotta anche nella nostra lingua. Quest’estate ne sapremo di più. Rimanete sintonizzati.