Tempo di lettura: 3 minuti

Manuale di rimorchio – Volume 2

Quando, nel Marzo di quest’anno, è uscito il primo Super Seducer, ha fatto molto scalpore. Molti lo accusarono di essere misogino e infarcito di stereotipi razziali e di genere e pochi, nella critica specializzata, lo salvarono. Quel gioco non avrebbe mai potuto avere un sequel, tuttavia l’utenza non è la critica. Gli utenti hanno adorato il primo capitolo e le vendite sono state tali da permettere al buon Richard di sviluppare il secondo capitolo con un budget 10 volte superiore. Questa volta il gioco è più inclusivo: ci sono due livelli in cui saremo nei panni di una donna, e due in cui interpreteremo altri due personaggi diversi di differenti etnie. Nelle spiegazioni poi, avremo Charlotte Jones, una modella e attrice che affiancherà Richard nelle spiegazioni, per darci anche un punto di vista femminile. Come il suo predecessore, Super Seducer 2 non vuole prendersi troppo sul serio e punta molto sull’umorismo, talvolta anche spicciolo e volgare. Se volete davvero i consigli di Richard guardate i corsi che fa, il gioco offre solo qualche pillola e tante risate.

Super Seducer 2

Trama

In Super Seducer 2 non abbiamo una trama. Ci sono 10 livelli, ognuno con un suo setting e una sua storia. Non sono neanche tutti appuntamenti: ad esempio, in un livello saremo un comico che deve intrattenere il pubblico e potremo scegliere quali battute pronunciare. Ad ogni modo, il gioco si focalizza sempre sulla seduzione e ci mostrerà come, in situazioni differenti, sono necessari approcci differenti. Le situazioni sono tutte verosimili, le risposte che possiamo dare lo sono solo in parte: scegliendo risposte diverse generiamo sviluppi diversi e spesso alcuni sono davvero assurdi. Chiaramente si esagera per far ridere e questo non dispiace mai. L’umorismo di Super Seducer 2 è sboccato e inopportuno e, onestamente, l’ho adorato. Mi rendo conto che per alcuni possa risultare scabroso ma credo che siano davvero poche le persone che non riderebbero di fronte a certe scelte. Apprezzabili i livelli femminili, che svelano (a noi maschi ignoranti) alcuni piccoli test a cui le ragazze ci sottopongono con domande mirate. In linea generale l’aspetto ludico del gioco prevale su quello didattico, ma non mancano consigli interessanti.

Super Seducer 2

Gameplay

Il gameplay di Super Seducer 2 è pressoché invariato rispetto al primo capitolo: ogni volta che il nostro personaggio dovrà parlare ci toccherà scegliere cosa dire tra una serie di opzioni. Ci sono tre tipi di risposte: ottime, che portano avanti la conversazione nel migliore dei modi; mediocri, accettabili ma da evitare; sbagliate, in questo caso bisognerà ripetere la fase e cambiare risposta perché lo sviluppo di quella risposta è la fine della conversazione. Il gameplay è semplice e c’è poco da sbagliare, tuttavia un problema importante c’è: le opzioni non rispecchiano sempre fedelmente ciò che il personaggio dirà. Questo non è un problema per me, che gioco scegliendo le risposte sbagliate perché mi divertono, ma può certamente stizzire chi cerca il perfect score. È interessante notare come, talvolta, il gioco giochi con il giocatore, magari inducendolo all’errore o mettendolo in una situazioni in cui ogni scelta possibile è sbagliata. Un elemento di gameplay decisamente singolare.

Super Seducer 2

Comparto tecnico

Come detto, Super Seducer 2 vanta un budget molto superiore al suo predecessore, tuttavia ha più di qualche problema tecnico. La traduzione, che pure è infinitamente superiore, ha dei problemi e le lettere accentate non escono nei sottotitoli. Inoltre, talvolta escono sottotitoli relativi alla sezione precedente del livello. Questo accade solo quando i personaggi non parlano, quindi non ci perdiamo nulla, però è un problema e, in un gioco così semplice, si è meno disposti a tollerarne. L’audio è discreto e anche la recitazione del cast, fatta eccezione per Richard, che esagera sempre e comunque.

Super Seducer 2 è un ottimo successore di Super Seducer. I mezzi maggiori lo rendono sicuramente meno amatoriale, ma pecca ancora in molti aspetti. Tuttavia sboccato, irriverente e inopportuno com’è, si fa giocare con gusto, soprattutto in compagnia. Ci sono degli stereotipi e ci sono delle uscite sessiste, ma il tutto va contestualizzato in un’atmosfera goliardica che lo rende lecito. L’aspetto didattico è secondario e, se volete veramente imparare come comportarvi ad un appuntamento, vi consiglio di buttare un occhio ai corsi che tiene Richard, piuttosto che al gioco. Se invece volete solo divertirvi un po’ e non disdegnate un umorismo crudo e volgare, Super Seducer 2 fa proprio per voi.

7.5

Trama

8.0/10

Gameplay

7.5/10

Comparto Tecnico

7.0/10

Pros

  • Diverse situazioni
  • Livelli dal punto di vista femminile
  • Linee di dialogo molto divertenti
  • Alcuni consigli interessanti

Cons

  • Tecnicamente scarso
  • Opzioni non corrispodenti all'effettiva linea di dialogo