Silence: The Whispered World 2, tra sogno e realtà – Recensione