Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo una manciata di mesi dall’uscita del gioco base, i ragazzi di CD Project Red provano a stupirci ancora con la prima espansione ufficiale del loro capolavoro: The Witcher 3: heart of stone.

La porta era sbarrata… come avrei potuto accedere all’interno?

heart of stone

Per accedere ai contenuti dell’espansione avrete bisogno che il vostro personaggio abbia raggiungo almeno il 30° livello, oppure dovrete affidarvi a uno di default reso disponibile proprio per godere dei contenuti dell’espansione. Una volta raggiunto questo prerequisito verrà semplicemente sbloccata una nuova missione reperibile nelle bacheche, che ci porterà nella regione nord-est della mappa. La zona è popolata da mostri di 32° livello o superiori perciò vi consiglio di affrontare la nuova avventura dello strigo solo se ben equipaggiati e di livello consono.
A farci da Cicerone in queste nuove vicende abbiamo un gradito ritorno per i fan della serie: Shani. La rossa guaritrice, già conosciuta nel primo capitolo della serie, ci accompagnerà per buona parte della durata dell’avventura.

Cosa è cambiato?

heart of stone

La prima differenza che salta subito all’occhio è rappresentata da una difficoltà leggermente più alta rispetto alla campagna principale, complice sia il livello maggiore dei nostri avversari, ma anche una loro diversificazione. Le nuove tipologie di mostri, infatti, sfrutteranno nuove meccaniche rendendo alcuni combattimenti realmente ostici. Ad aiutarci negli scontri avremo a disposizione un nuovo set e un nuovo tipo di potenziamento: gli incantamenti. Rinunciando a 3 slot presenti in un pezzo del nostro equipaggiamento sarà possibile incantarlo con bonus particolarmente potenti, come la totale immunità alle frecce o bonus di incenerimento sull’arma. Per sbloccare questi potenziamenti dovremo percorrere una side quest che riguarda proprio i nuovi mercanti che ci sbloccheranno potenziamenti sempre maggiori in cambio di piccoli compiti o dopo il versamento di una cospicua somma di denaro. Per il resto, nel bene e nel male, l’espansione si attesta allo stesso livello qualitativo del gioco base: una narrazione lodevole e molto coinvolgente, che tocca temi maturi e non banali; un comparto tecnico di buona fattura; qualche piccola imprecisione di programmazione.

Quanto ci vuole per ammorbidire un cuore di pietra?

Per completare la quest principale saranno necessarie circa una decina di ore, che aumentano esponenzialmente nel caso ci volessimo lanciare nelle numerosissime missioni secondarie o alla caccia di un particolare pezzo: considerando che stiamo parlando di un’espansione direi che è una durata di tutto rispetto. Purtroppo mentre la trama principale rimane sempre di altissimo livello, le secondarie sono meno ispirate rispetto a quello che ci aveva abituato il gioco base.