Tempo di lettura: 4 minuti

Clone di Warcraft III?

WAR PARTY è uno strategico in tempo reale di forma classica sviluppato ed edito dalla collaborazione tra Warcave e Crazy Monkey Studios. Si tratta di un titolo che prende a piene mani le meccaniche dai classici del genere come Warcraft e Starcraft. È proprio dal primo di questi due capolavori di Blizzard che prende la maggior parte dell’ispirazione, proponendo meccaniche molto simili nonché uno stile grafico parecchio ispirato a quello che potremmo definire senza troppi fronzoli il “cugino” di WAR PARTY. Ovviamente una delle prime cose che si notano provando questo strategico in tempo reale è la grande differenza di qualità rispetto ad un capolavoro come Warcraft III, nonostante gli anni ormai che quest’ultimo ha sulle sue spalle, cosa che sicuramente non dà una bella prima impressione del titolo di Warcave.

WAR PARTY

Certe missioni saranno di una linearità disarmante.

Comparto Tecnico

WAR PARTY non è brutto, ma ha svariati difetti ed uno stile grafico che definire originale non pare proprio il caso. Se infatti fosse stato il primo videogioco del geenre ad esporsi con uno stile da cartone animato, come fatto da Fortnite nel caso dei Battle-Royale, allora non ci sarebbe nulla da dire, ma, vista già la somiglianza nel gameplay, suona ancora più sospetto trovare una così forte similarità anche nel comparto grafico. Unità e costruzione hanno proporzioni esagerate e colori sfavillanti, cosa che unita all’ambientazione fantasy (che per quanto “preistorica” è comunque fantasy) non aiuta a distinguere il titolo dal “cugino” già citato più volte, nei confronti del quale il paragone è tremendo.

WAR PARTY

Detto questo non si può dire che WAR PARTY sia brutto ed assolutamente inadeguato per i tempi. Trattandosi di una produzione minore e che non gode di grandissimi fondi non ci si può aspettare chissà che cosa, ma già altri videogiochi recensiti sempre da noi, come Forged Battalion, mostravano una certa personalità nonostante non avessero alle spalle grandi aziende in grado di aiutare e sostenere lo sviluppatore (anche se quest’ultimo avesse esperienza nel genere). Oltre a ciò vi sono svariati bug e glitch, alcuni dei quali possono risultare parecchio fastidiosi, come degli errori nel pathfinding o dei “muri invisibili” che impediscono alle unità di attraversare delle zone apparentemente prive di ostacoli, rendendo frustante l’incedere delle missioni.

WAR PARTY

Vi presento un misto tra Zerg ed Elfi della Notte.

Va spesa inoltre qualche parola per l’audio, che gode di una colonna sonora adatta per il genere e l’atmosfera generale, ma che riesce ad entrare poco in mente. Non si tratta di nulla di troppo brillante, cosa che non aiuta a scollare da WAR PARTY l’appellativo di “mediocre”. Il gioco è interamente doppiato solo in inglese, ma sono presenti sottitoli in svariate lingua, anche se non in italiano, un vero peccato visto che una volta fatto trenta si poteva fare anche trentuno.

WAR PARTY

Gameplay

WAR PARTY è uno strategico in tempo reale di forma estremamente classica. Oltre a dover arruolare le truppe e guidarle in battaglia, sarà necessario raccogliere risorse, che andranno un minimo amministrate, e gestire la costruzione della base. In WAR PARTY sono presenti tre sole civiltà, non troppo diversificate fra loro, nonostante facciano sotto vari punti il verso alle tre fazioni di Starcraft e sebbene a prima vista paia che lo sviluppatore le volesse molto differenti fra loro. In una di esse si avranno gli operai, simili a dei fuochi fatui (vi ricorda qualcosa?), compiere un “sacrificio” per la costruzione degli edifici, similmente a quanto fanno gli Zerg in Starcraft.

WAR PARTY

Un muro invisibile impedisce il movimento delle truppe lungo tutto lo spazio che, apparentemente, sembra percorribile. La mancanza inoltre di formazioni e gestione delle unità rende tutto più caotico.

Il gioco di Warcave mette a disposizione una modalità in singolo giocatore, che si divide in tre campagne, da sei missioni l’una, e nelle tradizionali schermaglie, ed una modalità multigiocatore. Tralasciando quest’ultima, che funziona nei limiti offerti dal prodotti, i veri problemi si riscontrano nell’IA, che mai riesce ad essere soddisfacente nonostante sia vitale per una buona risucita di schermagli e campagne. L’intelligenza artificiale di WAR PARTY è piuttosto carente, dal momento che risulta più frustrante che divertente giocare contro di essa.

WAR PARTY

Le missioni sono piuttosto scialbe, poco ispirate e poco varie.

Gli avversari guidati dal computer saranno delle vere e proprie “macchine” nella raccolta di risorse e nella creazione di unità, a tal punto che non vi sarà praticamente mai fine alle loro ondate di truppe, le quali inoltre si muoveranno con l’unico scopo di attaccare il nemico più vicino. Non vi sono tattiche, non vi è esplorazione e non vi è intelligenza. Tutto si riduce ad una continua raccolta di risorse spasmodica a cui segue un pressocché infinito numero di truppe lanciate alla morte. Il problema centrale, a mio avviso, è la troppa semplicità con cui è possibile avere le due risorse disponibile in maniera quasi illimitata. Infatti è possibile costruire coltivazioni, per ottenere cibo, e mercati, le cui carovane genereranno facilmente cristalli (l’altra risorsa di gioco) facendo la spola tra il mercato ed un centro cittadino.

WAR PARTY è uno strategico in tempo reale molto classico e con porche trovate interessanti. Nonostante un comparto tecnico tutto sommato apprezzabile, è minato da svariati problemi che peggiorare in alcuni casi drammaticamente il risultato finale. Se da un lato dei bug nel pathfinding o dei muri invisibili restano dei fastidiosi, ma superabili problemi, dall’altro vi è un’IA assolutamente sotto la media e che rende la modalità in singolo giocatore quasi una tortura più che un divertimento. Non vi è tattica e nemmeno strategia, forse per degli errori nel bilanciamento tra le unità e le fazioni presenti in gioco. La storia della campagna è inoltre un semplice abbozzo e non le missioni risultano anche poco diversificate. In breve WAR PARTY è un RTS carino, ma nulla di che. Sicuramente si può trovare di meglio lì fuori senza esagerare troppo con la spesa.

WAR PARTY

6

Gameplay

6.0/10

Grafica

6.5/10

Audio

6.0/10

Storia

5.5/10

Pros

  • È uno strategico in tempo reale di forma classica
  • L'idea di fondo non è male
  • Graficamente nella media
  • Presente la schermaglia, il multigiocatore e tre campagne...

Cons

  • ... che però risultano scialbe e poco interessanti
  • Niente lingua italiana
  • IA sotto la media
  • Qualche bug e glitch di troppo
  • Poco bilanciato
  • Troppo ispirato ai classici Blizzard