Tempo di lettura: 1 minuto

Ora potremo dormire sonni tranquilli…

Nelle settimane scorse il celebre MMORPG, World of Warcraft Classic, era stato vittima di diversi attacchi DDos (Distributed Denial of Service), che avevano piegato le difese del gioco, causando non pochi problemi ai server. La stessa Blizzard, al seguito delle innumerevoli lamentele riportate dai giocatori, si era scusata con un messaggio su Twitter, in cui spiegava la situazione. A quanto pare, però, la software house è riuscita infine a scovare la persona dietro queste incursioni.

Grazie ad un comunicato pubblicato sul forum ufficiale del titolo, infatti, veniamo a sapere che il Security Team di Blizzard, non solo ha risolto le iniziali difficoltà legate all’attacco, ma è riuscito anche a snidare il responsabile, indicandolo alla polizia che lo ha arrestato come sospettato.

Naturalmente non sono state rivelate le generalità dell’individuo, che per il momento rimane sconosciuto. Tuttavia non è difficile pensare che si possa trattare dell’utente UkDrillas, che su Twitter aveva dichiarato la sua appartenenza al reato, salvo poi eliminare sia il post che il profilo, probabilmente per non lasciare tracce.

Comunque, nonostante queste incertezze, si potrà finalmente ritornare a giocare a cuor leggero World of Warcraft Classic, un’interessantissima opzione server, che permette di rivivere l’atmosfera originale del mitico MMORPG del 2004.

Fonte